Events

Gruppo Luci presenta a Ecomondo 2022 l'impianto Air-Bryd

Innovazione di Labiotest per l'abbattimento degli odori.

Gruppo Luci di Povoletto ha presentato alla Fiera Ecomondo Air-Bryd, un impianto che ha concitato la partecipazione degli addetti del settore e l'interesse dei visitatori.

Labiotest, azienda del Gruppo Luci sta presentando, in questi giorni, l'innovazione tecnologica targata Air-Bryd, un nuovo sistema per gli abbattimento odori che integra tre diverse tecnologie: scrubber biologico, filtro chimico-fisico e stadio di ridefinizione

Air-Bryd: un impianto multi stadio unico, integrato, innovativo, sostenibile, compatto e versatile.

“Queste tecnologie, già utilizzate e testate singolarmente in diversi ambiti applicativi con risultati molto soddisfacenti, combinate assieme all'utilizzo di prodotti biologici, consentono – spiega il presidente Adriano Luci - di trattare i composti odorigeni a 360°. L’integrazione tra i tre stadi garantisce complessivamente rese di abbattimento elevate e permette tempi di sostituzione dei media filtranti molto più lunghi delle standard 8.000 ore tipiche di uno scrubber a secco. In questo modo, Air-Bryd consente non solo di ridurre i costi di manutenzione e smaltimento, ma anche di impattare in modo minore sull’ambiente evitando la produzione di rifiuti”.

Allo stand a Ecomondo il Gruppo Luci è presente con tutte le sue aziende in Italia. Filo conduttore della sua proposta è la grande attenzione alla sostenibilità, che si respira in ogni elemento: dalla scelta dei materiali impiegati ad un impegno costante nel promuovere comportamenti e buone abitudini per uno stile di vita positivo per l’uomo e per l’ambiente.

“Puntiamo a trasmettere la nostra cultura e i nostri progressi – evidenzia al riguardo Adriano Luci – con la speranza di influenzare positivamente chi abbiamo intorno, come azienda e come individui, dai collaboratori ai fornitori, ai clienti. Dobbiamo e vogliamo avere un’attenzione particolare alla sostenibilità perché, prima di essere operatori del settore, siamo persone e cittadini del mondo”. 

Share on: