Casi studio

Abbattimento polveri con cannoni nebulizzatori in un'azienda siderurgica

Come abbiamo risolto il problema di emissioni delle polveri con cannoni ad acqua nebulizzata

Settore

Siderurgico

Attività

Acciaieria. Produzione forgiato, roto forgiato, laminati

Ubicazione impianto

Nord Italia

Criticità emissiva

Emissione di polveri durante il processo produttivo

Servizio Labiotest fornito

Progettazione e installazione nuovo impianto

Tipologia di intervento

Progettazione e installazione di un impianto abbattimento polveri

Il controllo delle emissioni di polveri in ambito industriale rappresenta una sfida significativa sia in termini di conformità normativa che di tutela ambientale e salute dei lavoratori.

Lo è stato anche per un'azienda nel settore siderurgico del nord Italia, che si trova ad affrontare criticità legate all'emissione di polveri nella zona di scarico e successivo stoccaggio delle scorie.

L'azienda aveva già adottato diverse misure per il contenimento delle polveri, ma senza alcun risultato significativo. Ha deciso quindi di affidarsi a degli specialisti nell’abbattimento delle polveri e perciò di contattarci.

La prima fase del nostro intervento ha riguardato la progettazione e installazione di un nuovo impianto per contenere le polveri nella zona di scarico delle scorie.

Vediamo insieme come abbiamo affrontato il problema di abbattimento polveri e come l’azienda ha ottenuto un’efficienza di abbattimento superiore all’50%.

L’azienda: un leader nel settore siderurgico

L'azienda, con sede in nord Italia, rappresenta uno dei siti siderurgici di maggior rilevanza in Europa nel settore dell'acciaio. Il suo nucleo operativo è incentrato sulla produzione di acciaio inossidabile, e si sono guadagnati nel tempo il ruolo di leader di mercato non solo in Italia e in Europa, ma anche nel resto del mondo.

Inoltre, l'azienda eccelle nella produzione di forgia in acciai speciali, distinguendosi tra le più grandi al mondo. Si occupa anche della produzione di acciai per il settore oil&gas, acciai per bulloneria, acciai da cementazione.

La causa dell’emissione delle polveri

L'azienda si trovava ad affrontare un problema significativo relativo al trattamento delle emissioni di polveri che si originano all'esterno del capannone utilizzato per il carico delle scorie. L'area esterna del sito produttivo, utilizzata per lo scarico e lo stoccaggio delle scorie provenienti dall'interno, era particolarmente soggetta alla dispersione delle polveri a causa dei forti venti presenti nella zona. Questa dispersione costituiva un serio problema ambientale, con le polveri che si disperdevano direttamente nella città circostante, mettendo a rischio la salute della popolazione locale. 

Nonostante l'azienda avesse già implementato diverse misure per contenere le polveri, i risultati ottenuti finora non erano stati soddisfacenti.

Progettazione e installazione di cannoni ad acqua nebulizzata

Dopo un’attenta analisi della tipologia di polvere da trattare e del sito produttivo, abbiamo proposto l'installazione di 2 unità del sistema La.Biofog 600-90. 

Questo cannone nebulizzatore è progettato appositamente per abbattere le polveri presenti nell'ambiente esterno.

Il funzionamento de La.Biofog 600-90 si basa sull'emissione di particelle d'acqua nebulizzate a una distanza specifica, grazie al getto d'aria proveniente dai sistemi HPS. Questo flusso d'aria e gli spruzzi d'acqua agiscono in modo efficace per ridurre l'emissione di polveri nell'area interessata, contribuendo a migliorare la qualità dell'aria e a creare un ambiente di lavoro più salubre.

L’ulteriore esigenza di contenimento delle polveri

Dopo l'installazione dei cannoni ad acqua nebulizzata per abbattere le polveri causate dal carico e scarico delle scorie, il cliente, soddisfatto dei risultati ottenuti, ha deciso di trattare altre criticità nelle aree di scarico delle materie prime e dei nastri trasportatori.

Abbattimento polveri con cannoni nebulizzatori nella zona di scarico delle materie prime

Per affrontare l'ulteriore problema relativo al contenimento delle polveri provenienti dalle aree di scarico delle materie prime abbiamo suggerito l'installazione di due cannoni nebulizzatori.

Per garantire un'efficace implementazione, abbiamo individuato due specifiche aree di scarico dei camion dove posizionare i cannoni nebulizzatori. Per ogni area designata, abbiamo previsto l'installazione di stazioni dedicate per l'approvvigionamento di acqua ed elettricità, ottimizzate in base alle caratteristiche della macchina installata.

Abbiamo proposto l'installazione del modello La.Biofog 600-90, con colonna idraulica in grado di effettuare una nebulizzazione diretta sullo scarico del camion.
Durante le operazioni di scarico, la nebbia d’acqua generata dai cannoni investe direttamente le polveri sollevate dall'alto verso il basso, garantendo un efficace abbattimento. Inoltre, abbiamo considerato l'opzione di dotare i sistemi di controllo radio per una gestione ancora più efficiente delle operazioni.

Abbattimento polveri sul nastro trasportatore

La nostra proposta ha previsto anche l’installazione di un sistema di contenimento della polvere dotato di una linea fissa di ugelli sul nastro trasportatore alimentata da un impianto ad alta pressione HPS Midi Fresh che comprende diversi componenti chiave:

  • una linea di ugelli fissi realizzati in acciaio inossidabile, progettati per garantire una spruzzatura efficace e duratura;
  • una skid di pompaggio ad alta pressione, collocata all'interno dello shelter, che alimenta le linee di nebulizzazione individuali sopra i vani di scarico a una pressione costante di 70 bar. 

Risultati ottenuti

Attraverso una combinazione di sistemi di abbattimento delle polveri e un approccio sinergico, l'azienda è riuscita a migliorare l'ambiente di lavoro e ridurre l'emissione di polveri di oltre il 50%.